Lunedì, 15 Febbraio 2016 09:10

Le convinzioni limitanti e il loro ruolo nel decretare il successo o il fallimento delle persone

Un approfondimento di
Ti è stato utile?
(0 Voti)

Abbiamo tutti delle potenzialità incredibili, ma solo pochi riescono a slegarsi da esse per esprimere al meglio quello che sono, mentre gli altri sono relegati a vivere una vita che forse non li soddisfa appieno.
Perché qualcuno sì e molti no?

Se doveste fare una chiacchierata a cuore aperto con queste due categorie di persone vi accorgereste che chi è riuscito non si è mai posto limiti, non ha mai messo in discussione la possibilità di farcela, conscio che ci sarebbero potuti essere dei problemi, ma sicuro che con impegno e dedizione il risultato sarebbe arrivato.
Chi invece non ce l’ha fatta, o peggio non ci ha neanche provato, ha lasciato vincere tutte le paure che aveva, ha ascoltato la “vocina interiore” e  i pareri di amici e conoscenti, che convinti di fare il suo bene, gli facevano notare quanto sarebbe stato difficile, quanti problemi ci sarebbero potuti essere e bla…bla… bla…

Molto semplicemente: ha lasciato decidere la paura.

È accertato che quando nasciamo abbiamo solo due paure: quella di cadere e quella dei rumori forti, ricordi atavici di quando eravamo primati. Alla nascita possiamo quindi dedurre che siamo completamente liberi, liberi da ogni vincolo mentale.
Infatti si dice che i bambini non conoscono paura, non hanno il senso del pericolo, sono tutti concetti che apprendono con l’esperienza e con gli “insegnamenti” di chi dovrebbe educarli: genitori, insegnanti in primis.
Per alcune situazioni questi limiti sono più che giustificati, ma in molte altri si trasformano in: Convinzioni limitanti

Le convinzioni limitanti non sono altro che questo, limiti che abbiamo nella nostra testa e che influenzano tutto il nostro agire, bloccandoci e preservandoci da possibili pericoli, ma anche non permettendoci di realizzare i nostri sogni e obiettivi, autoconvincendoci che non ce la faremo mai.

Hanno forse la sfera magica per predire il nostro futuro!?

Dicono che se riuscissimo a fare silenzio nella nostra testa sentiremmo le voci dei nostri genitori, dei nostri insegnanti, dei nostri amici, conoscenti,tutti che ci raccomandano cosa fare o cosa non fare.

  • Quando decideremo di fare quello che veramente vogliamo?
  • Quando realizzeremo appieno il nostro potenziale?

Senza permette alle paure degli altri di bloccarci e di dirci che sarà troppo difficile, ci vorrà tanto impegno e non ne varrà la pena.

Come diceva Steve Jobs, dobbiamo essere folli, anche se forse sembriamo folli agli altri solo perché un giorno abbiamo deciso che, farsi trasportare dalla corrente è comodo ma molto noioso, provare a fare qualche pagaiata in mezzo ai gorghi è molto più divertente e ci mostra il nostro vero potenziale.
Le convinzioni limitanti non sono nostre, ci sono state “regalate da altri”, altri che avevano paura, e pensando di proteggerci ci hanno messo sulle spalle un fardello che poi ci avrebbe condizionato.
Liberiamocene e viviamo la vita che meritiamo!
Lavora per esprimere appieno il tuo potenziale, una persona realizzata, felice è un bene prezioso, comincia a trasformarti nel tuo tesoro. 

Letto 2677 volte Aggiornato il Martedì, 29 Marzo 2016 12:45
Gemelli Ferrari Sport Coach

Sport coach specializzati nel coaching di sciatori e pattinatori.