Lunedì, 13 Novembre 2017 17:21

Come costruire un Team Vincente

Un approfondimento di
Ti è stato utile?
(0 Voti)

 

Quando frequenti il tuo gruppo quale sensazione provi? Desideri stare con quelle persone, senti che puoi dare il tuo contributo per la crescita del Team e dei suoi componenti o avverti difficoltà e disagio nel doverti confrontare con loro?

 

Il nostro stato d’animo è il primo indicatore di come stanno andando le cose. Se lavorare con loro porta a te e alle altre persone del gruppo il sorriso e la voglia di continuare, BENE!!!  State già facendo un ottimo lavoro. Se invece il “clima” non è esattamente sereno, è il momento di agire, prima lo si fa meglio è.

 

Uccidi il mostro finché è piccolo

 

Quotidianamente capita di confrontarsi con persone che lamentano difficoltà nella gestione del gruppo, siano loro allenatori o parte del “Team”.

 

Le osservazioni sono molte, quelle che ricorrono più spesso però già nella loro formulazione aiutano ad identificare quali possano essere le vie d’uscita da una situazione “bloccata” e non produttiva.

 

Non mi capiscono.

 

Non rispettano le mie indicazioni.

 

Non rispettano me e gli altri membri del Team.

 

Perdiamo tantissimo tempo in discussioni inutili.

 

Emergono solo obiezioni.

 

E via così, in una sequela di lamentele apparentemente senza soluzione.

Il risultato di questa situazione è un ambiente poco produttivo e “fastidioso” da frequentare.   

 

Ma qual’è la soluzione? Dove possiamo agire per invertire la rotta?

 

Il punto fondamentale che non deve essere mai dimenticato è che

  

il Team è formato da Persone!!!

 

Quando facciamo questa affermazione spesso ci viene risposto: certo, ma questo lo sappiamo già!! Verissimo, tutti lo sappiamo, la differenza però è come ci approcciamo e come consideriamo queste Persone.

Nell’ambito sportivo, ma anche in quello produttivo e lavorativo, spesso si prediligono gli aspetti puramente tecnici della preparazione di un individuo, trascurando la completezza della persona.  

Ci sono alcuni passaggi fondamentali che non devono mai essere trascurati, sono semplici, assolutamente non banali, che se ben strutturati e perseguiti con passione porteranno grandi benefici.

I primi sono:

  

  • Conoscere le persone con cui stai per lavorare

     

    Se manteniamo la mentalità “produttiva” potremmo fraintendere questa frase, non intendiamo gli score di quell’Atleta, nome e cognome e le caratteristiche fisiche. Quello che dobbiamo conoscere e capire sono i desideri e i piani che hanno elaborato dentro di loro. Avere un Team in cui i piani personali sono grandiosi ma non sono armonizzati, alla distanza potrebbe trasformarsi in un motivo di insoddisfazione.

     

  • Definire gli Obiettivi

     

    E’ un passo determinante, seguito poi da una corretta pianificazione dei vari step che saranno necessari per raggiungerli. Un Obiettivo definito e pianificato è inutile però, se non viene condiviso con tutti i componenti del Team.

    Saliresti su una nave che sta per salpare ma di cui non conosci la destinazione? E soprattutto, con un Capitano incerto che non si dimostra ben disposto a comunicarcerla?

    Questa è la sensazione che potresti trasmettere a chi lavorerà con te: alle prime difficoltà il tuo gruppo invece di compattarsi si sfalderà.

     

  • Definire i ruoli e le responsabilità

     

    In ogni gruppo esistono ruoli e responsabilità diversi, è ovvio che se non conosciamo bene le persone sarà necessario un periodo di tempo “Tecnico” in cui dovremo capire bene chi è più adatto per ogni ruolo. Una volta però chiariti questi aspetti devono essere resi “pubblici” a tutti, capiti ed accettati. La confusione su chi fa che cosa genera tensioni e incomprensioni che minano la stabilità del gruppo.

     

  • Creare momenti di condivisione

     

    Realizzare dei cambiamenti rimanendo nell’ambiente che vogliamo cambiare può essere molto complicato. Un’ astuzia che si può usare è quella di decontestualizzare le persone portandole in ambienti diversi da quelli usuali e, volendo, facendo fare  qualcosa di completamente diverso, magari “sfidante”. Questo creerà un ambiente nuovo, in cui sarà possibile affrontare e risolvere tensioni o incomprensioni che avevamo.

     

  • Favorire la crescita personale

     

    Stimolare e aiutare lo sviluppo di “Credenze” e “Valori” condivisi permette di rendere ancora più unito il gruppo. Questi influenzano il nostro modo di vedere e di approcciarsi alla vita ed alle difficoltà, di conseguenza modificheranno il nostro modo di reagire alle situazioni critiche.

     

  • Comunicare nella maniera corretta

     

    Ogni persona predilige una forma di comunicazione diversa, l’abilità che dobbiamo sviluppare è quella di conoscere e utilizzare quella migliore con ognuno. Per farlo è necessario fare le domande giuste, solo così potremo avere risposte di qualità che ci aiuteranno a sviluppare il canale più produttivo.

    Vista la vastità, affronteremo questo argomento in un prossimo articolo.

      

    Riuscire ad impostare bene il nostro lavoro fin dall’inizio, ci permetterà di continuare a crescere durante la stagione. Dover risolvere “in corsa” le difficoltà dovute ad una cattiva partenza diventa molto più complicato.  Sono ricorrenti gli episodi di squadre, sulla carta fortissime tecnicamente, ma senza un gruppo coeso, il cui risultato è quello di raccogliere decisamente meno di quanto sarebbe nelle loro possibilità.

     

    Il lavoro pre stagione deve essere fatto con cura e precisione, colmare eventuali lacune creando un Team “Tecnico” competente e eterogeneo è fondamentale.

     

    Come Mental Coach riceviamo le più grandi soddisfazioni quando lavoriamo con Allenatori disposti a mettersi in discussione e pronti a sperimentare tecniche nuove e per loro “diverse” da quelle usuali.

      

    Se vuoi ottenere risultati diversi devi fare azioni diverse.

     

    Sei disposto a farlo?

     

    Siamo pronti ad affrontare con te questa sfida!

     

    Ti aspettiamo settimana prossima con un articolo sulla “Fiducia”

     

Letto 1547 volte Aggiornato il Martedì, 21 Novembre 2017 17:30
Gemelli Ferrari Sport Coach

Sport coach specializzati nel coaching di sciatori e pattinatori.

Ti potrebbe interessare anche...